not too many damages

il

Abbiamo scoperto per caso questa serie, Damages, e visto le prime due stagioni nel week end. Un lusso. Perchè non sempre si può passare il tempo a ridere e far niente al calduccio, e fare una maratona di episodi tv.

Eppure questo è il momento di godersi dei piccoli lussi. Negli ultimi due anni siamo passati dal non sapere quale lavoro e per quanto tempo, quale città, quale paese, quale casa, al sapere esattamente con chi, dove e quando, con lo stesso indirizzo (per quanto precario) con tanto di scambio di anelli. Anche la vita, come la politica, a volte, non tollera i vuoti.

Dove c’era un lavoro a tempo indeterminato, sono comparsi mille tentativi (per la verità poco riusciti) di arrivare alla fine del mese. Prima con lavori che non avrei mai avuto il tempo di fare nella mia vita precedente: giornalismo investigativo, un libro, due carovane di cinema itinerante in Italia e all’estero per la lotta alle mafie e la promozione di diritti sociali. Poi con vari articoli sparsi qua e là per il web, fino a semi dattilografa part-time. Nessuno di questi ha pagato: nel senso che non sono serviti a pagare un affitto e avere una prospettiva nella città dove ho lavorato negli ultimi 10 anni. E ancora mi chiedo se potrò ancora fare il mio lavoro, o un lavoro, prima o poi.

Ma sono comparsi anche un sacco di viaggi, un sacco di tempo in due, finalmente delle vere vacanze. Quelle, cioè, in cui tra la partenza e l’arrivo hai il tempo di realizzare che sei in vacanza e non è finita domani. Anche se abbiamo saltato il viaggio di nozze. E presto cambieremo anche numero: due per tre.

Quindi i lussi del dolce far niente, in piovose domeniche influenzali, sono qualcosa da coltivare e da mettere da parte perchè, tra qualche mese, non sapremo quando potremo goderceli di nuovo. O come sarà.

Sembra confermata la regola che non si può avere tutto, almeno nel mio caso attuale, una vita professionale e una vita piena. Ma in questi ultimi mesi tendo a pensare che la formula sia sbagliata.

Si possono avere molte cose a patto di sapersi godere le cose belle, quando succedono, anche se non prendono tutte le caselle.

Abbiamo ancora tre stagioni di Damages da guardare sotto le coperte e il clima invernale di Londra sta facendo la sua parte, senza troppi danni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...