Festeggiamenti.

il

Ogni tanto e’ bello poter festeggiare, sentire che il messaggio e’ passato, che anche quella chiacchiera per strada cosi’ come l’impegno costante fanno parte della giusta lotta per un comune sentire. Un comune sentire che non si rassegna a regole imposte dall’alto, che introduce nel proprio quotidiano un impegno civivo, come l’andare a votare, che si confronta con amici e parenti sul futuro del proprio paese. E’ gia’ una buona notizia per chi, come me aveva ventanni alla fine degli anni ’90 ha vissuto in pieno la cosiddetta epoca del riflusso, del consumismo, della bolla comunicativa dove i nuovi media ti isolavano anziche’ metterti in comunicazione col resto del mondo. Educazione civica spariva dai libri di testo e il drive in diventava il grande fratello.
Insomma come ha scritto Gramellini dopo le ultime amministrative sono finalmente finiti gli anni ’80 e il signore che piu’ di tutti li rappresenta. Sono finiti anche i ’90 e i primi duemila. Adesso si lavora al cambiamento, non lo si aspetta come un mantra buddista destinato ad avverarsi, ci si lavora ogni giorno e qualche giorno piu’ qualche giorno meno, oggi sicuramente e’ un giorno piu’, il cambiamento si vede.
Sono diverse le persone, quelle che si impegnano. Per favore non chiedete a loro a noi semplicemente quanti anni abbiamo e quante lauree, ma che cosa facciamo e quanto ancora vogliamo fare.
Dedicato a tutte le generazioni di domani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...