esportiamo marchionne all’estero per piacere, ho detto esportiamo? intendevo espatriamo.

Ma non possiamo esportare Marchionne? Uno che ha deciso prima e meglio di questo governo, il che è tutto dire, di farci diventare a tutti gli effetti un paese del terzo mondo?

Ma qualcuno ha mai calcolato quanta parte delle nostre vite perdiamo ogni anno perchè abbiamo stipendi di molto inferiori alla durata di un anno solare?

E guarda caso, siamo noi, quelli che vivono con meno di 1500 euro al mese, quelli che dovrebbero fare i ‘sacrifici necessari senza alternativa’? Perchè?

Perchè se i vari Tremonti, Marchionne, Brunetta, Sacconi sono così convinti di aver trovato la cura per tutti i mali italiani, dal deficit alla produttività, al rilancio industriale, non cominciano a sperimentarne gli effetti da chi comanda? Perchè partire dal lavoratore invece che dal dirigente? Ah, come hanno detto? E’ finito il conflitto di classe? E come mai loro insistono solo sui lavoratori visto che questi schemi sono superati?

Non una riforma che colpisca un barone universitario, un primario di un policlinico, un dirigente di impresa pubblica o (apparentemente) privatizzata? Poi, se funziona, se davvero così si rilancia l’Italia, continuiamo e i sacrifici li chiediamo pure ai lavoratori, ai ricercatori, agli studenti, ai pensionati. Ma perchè cominciare da loro? Perchè non cominciamo a far risparmiare prima chi ha di più e poi chi ha di meno?

Così magari l’economia gira lo stesso: meglio comprare uno yacht in meno, che tanto finisce in evasione fiscale, e vendere qualche libro, biglietto teatrale in più. Sì i poveri, quelli che non comprano gli yacht, fanno girare molto di più l’economia…non comprano un solo vestito da 1000 euro, ma quando avevano un lavoro andavano al cinema, a teatro, a fare shopping nei negozi del centro. Anche i turisti erano più felici di vederli.

Qualcuno mi sa dire che “sacrificio” deve fare un dirigente o l’amministratore delegato della nuova Alitalia, la CAI, o della nuova Fiat, come cambia il suo stipendio o la sua vita? Perchè quella dei lavoratori cambia e di molto.

Perchè i sacrifici necessari, tanto necessari che altrimenti si vive sulla luna, ripetono e ripeto allora: si applicano solo a certe categorie?

Possibile che questa cosa non sia una palese e colossale ingiustizia?

La politica e il sindacato che non difendono questi diritti sbagliano. Perchè gli altri, quelli a cui i sacrifici non si applicano, quelli che non devono controllare se verranno rifinanziati gli ammortizzatori o a chi si applicano e con quali requisiti, se il mutuo riesci a pagarlo, quanto costa farsi visitare da un medico in una struttura che funzioni, quelli stanno già meglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...