Filosofia di vita presa in prestito/Belpasso

Una serata di libero cinema davvero particolare. Prima la visione di un film realizzato con i ragazzi del carcere minorile di Catania, presenti con noi nel bene di Belpasso confiscato alla famiglia Riela. Un po’ quasi ti fa vergognare il fatto che tu sei libero e vedi che in Italia la legge non é uguale per tutti, così come lo vedono loro che stanno scontando una pena. Poi la proiezione in anteprima di “Rachel” di Simone Bitton. Il conflitto israelo palestinese è un conflitto che parla di terra e vedere quel film in una terra sottratta alla mafia e restituita alla collettivitá é un bel contrasto. In una delle lettere che parlano della sua esperienza a Rafah della guerra Rachel scrive: “certo io voglio ancora avere un fidanzato, disegnare fumetti per i miei colleghi, ma ci dovrebbe essere un momento in cui tutti noi facessimo qualcosa perché tutto questo finisca”. Rachel, un’attivista americana di 20’anni, è morta nel 2003 schiacciata dai buldozer che demolivano le case palestinesi al confine con il muro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...