lehman brothers un anno dopo

Il governo deve ridurre il suo coinvolgimento nel settore finanziario, spingere per un sistema internazionale di regole per prevenire ulteriori crisi, rafforzare i poteri della Federal Reserve sull’agenzia di tutela dei consumatori, su mutui e prodotti finanziari.

Questi i principali punti del discorso di Obama nel primo anniversario del crack di Lehman Brothers che ha ufficializzato l’inizio della crisi economica internazionale, e che si tiene proprio nel cuore di Wall Street. (civico 26 Federal Hall alle 18.10 ora italiana).

 Il segretario al Tesoro Timothy Geithner ha annunciato che il sistema bancario è in ripresa e che nei prossimi 18 mesi restituirà una buona fetta dei soldi ricevuti anche grazie ai contribuenti americani.

 Tempi duri per i lobbisti, invece, che avevano osteggiato la riforma del sistema e quest’anno hanno raccolto il 10% di fondi in meno rispetto al 2008. La Camera di Commercio americana, però, può contare su due milioni di dollari per finanziare una campagna che servirebbe ad affossarla.

In attesa che la superFed vegli su di loro (grazie ai suoi nuovi poteri di vigilanza e controllo) i cittadini americani sono ancora indignati perché l’ex amministratore delegato di Lehman Brothers, Richard Fuld, ha recentemente fondato la sua Matrix Advisors a Manhattan, mentre molti lavoratori bancari, sono stati costretti a cambiare vita.

 La disoccupazione negli Stati Uniti  ha raggiunto il 10% e come per la riforma della sanità Obama deve spingere il Congresso a lavorare alacremente per mettere nero su bianco i principi della riforma.

L’ultimo passo in avanti è arrivato la scorsa primavera quando è stata varata la legge sulla regolamentazione delle carte di credito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...