love is…

Tutti i giorni qualcuno scrive articoli più o meno gustosi sul mondo dei social network. Il primo che ho letto me lo ricordo perchè dava man forte alla mia preventiva avversione per queste forme di comunicazione moderna: era un lungo articolo del New Yorker sulla morbosità di Twitter. L’ultimo me lo sono letto ierisera, su Elle, mentre aspettavo il treno (del post di cui sotto). Ci sono articoli che parafrasano il gruppo “Che mi aggiungi a fare su facebook se poi per strada non mi saluti” e quelli che descrivono il “faccio cose vedo gente” nelle più estreme forme di virtual simbiosi.

Sono una persona curiosa e all’ennesimo invito ricevuto da amici più o meno lontani, pure io mi sono iscritta nel libro delle facce, ho preso contatto con persone che avevo perso di vista, le mie amiche del liceo e dell’università, colleghi di lavoro passati, presenti e magari anche futuri…

Però lanciarmi nella rete del networking non fa per me. Non so resistere alla tentazione di scoprire quale filosofo francese o tedesco mi rappresenti o che tipo di barbie o personaggio dei puffi potrei essere, per non parlare del narcisismo/masochismo di caricare foto diacronicamente autobiografiche, mi premuro di conoscere quantomeno personalmente le persone che hanno accesso alla mia pagina. E forse questo è un pelino più esibizionista che non renderla visibile a tutti. Quanti gradi di separazione necessita la visione di com’ero a tre anni?

E poi ci sono gli articoli nostalgici, su noi ragazzi nati negli anni settanta che usavamo la penna a otto colori e attaccavamo gli adesivi sul diario. Noi non mandavamo sms ma scrivevamo bigliettini, usavamo i gettoni e le cabine telefoniche ed ho sempre pensato che quello era il mondo che avrebbe salvato le nostre relazioni…poi ho trovato questi adesivi in una scatola e forse siamo rimasti io e il mio amico Dea a sorridere di certi concetti un po’ retrò, basta non prendersi troppo sul serio…

scannedimage-3

scannedimage-2

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. marcoDeAmicis ha detto:

    Questo sarà il mio post di dicembre, brava Ziapaola!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...