per carità di patria

augusto_fantozzi

ROMA (17 novembre) – Alitalia ha debiti per 2,3 miliardi, inclusi i 300 milioni di prestito ponte concesso dal governo Prodi. Che, risarcibili per ultimi, rischiano di divenire onere sociale, cioè a carico dei cittadini. A dirlo è il commissario Augusto Fantozzi. Il quale ha indicato in «quasi 2 miliardi» i debiti verso creditori ordinari e fornitori. Dei quali «ho una parte – ha detto – che spero la più alta possibile, dipende dalla trattativa con Cai». Fronte sul quale Fantozzi però ha fatto professione d’ottimismo: «Sarà una settimana decisiva, spero riservi solo sorprese piacevoli. Credo che entro metà si vedrà un bel sereno». Per aggiungere poi esplicitamente: «In settimana chiudiamo», visto che «la perizia del mio advisor mi dice che il valore giusto non è lontano da quello offerto».

Sui conti, Fantozzi ha precisato poi che sono gli interlocutori italiani i più aggressivi: «Debitori che non pagano, aeroporti che cercano di sequestrarci gli aerei, Eni che minaccia di non farci volare se non paghiamo la benzina. Situazione da “fratelli coltelli”». (Il Messaggero)

 

***

Quando l’italianità ha davvero un valore…l’orgoglio di mantenere una compagnia di bandiera si scontra con l’urgenza dei creditori di passare alla cassa. Crediti che si risarciscono con le tasse degli italiani e con i tagli degli italianissimi lavoratori Alitalia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...