equilibrismi

RAI: PETRUCCIOLI; ECCO DATI SU POLITICI NEI TG / SCHEDA
(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Ecco i dati sulla presenza del governo e delle forze politiche di maggioranza e di opposizione nei tg della Rai a cura dell’Osservatorio di Pavia diffusi oggi dal presidente della Rai Claudio Petruccioli. Riguardano il tempo totale e il tempo di presenza (o tempo gestito direttamente – tgd – cioé interventi in voce) per l’insieme di tutte le edizioni dei telegiornali, poi distinti per testata ed evidenziando quelli di prime time. Sono raggruppati in due periodi: dall’1 giugno al 31 agosto e dall’1 settembre al 17 ottobre; vale a dire l’avvio della nuova legislatura e la ripresa dopo la parentesi estiva. “A differenza di altre volte – spiega il presidente Rai – ho stralciato dal totale dei tempi riservati alla informazione politica quelli occupati dalle cariche istituzionali (Presidenze della Repubblica, della Camera e del Senato) e da altri soggetti. Ho invece considerato e fatto 100 solo con i tempi riservati al Governo, alla maggioranza e alla opposizione. In tal modo risultano più chiare le grandezze e i rapporti reciproci”. Ecco il quadro: 1 giugno-31 agosto – Tutte le testate, tutte le edizioni: tempo totale Gov. 53,5 – Magg. 13,6 – Opp. 32,9; Tempo presenza Gov. 44,4 – Magg. 18,5 – Opp. 37,1 – Tg1: tempo totale Gov. 53,3 – Magg. 14,0 – Opp. 32,7; Tempo presenza Gov. 43,8 – Magg. 19,5 – Opp. 36,7. – Tg2: tempo totale Gov. 60,5 – Magg. 13,4 – Opp. 26,1; Tempo presenza Gov. 57,7 – Magg. 18,3 – Opp. 24,0. – Tg3: tempo totale Gov. 47,0 – Magg. 12,9 – Opp. 40,1; Tempo presenza Gov. 33,6 – Magg. 17,0 – Opp. 49,4 – Tutte le testate: prime time, tempo totale Gov. 48,5 – Magg. 13,8 – Opp. 37,7; Tempo presenza Gov. 41,8 – Magg. 16,9 – Opp. 41,3. – Prime time: – Tg1 Tempo totale Gov. 47,6 – Magg. 14,7 – Opp. 37,7; Tempo presenza, Gov. 41,5 – Magg. 17,4 – Opp. 41,1 – Tg2: Tempo totale Gov. 57,7 – Magg. 13,7 – Opp. 28,6; tempo presenza Gov. 53,2 – Magg. 17,1 – Opp. 29,7. – Tg3: Tempo totale Governo. 42,0 – Magg. 13,1 – Opp. 44,9; Tempo presenza Gov. 33,4 – Magg. 16,4 – Opp. 50,2 – Periodo 1 settembre – 17 ottobre Tempo totale, tutte le edizioni, tutte le testate : Gov 54,5 – Magg 12,4 – Opp. 33,1; Tg1: tempo presenza Gov. 45,7 – Magg. 17,2 – Opp. 37,1. – Tg1: Tempo totale Gov. 54,5 – Magg. 13,1 – Opp. 32,4; Tempo presenza Gov. 44,8 – Magg. 18,0 – Opp. 37,2. – Tg2: tempo totale Gov. 64,5 – Magg. 11,9 – Opp. 23,6; Tempo presenza Gov. 64,7 – Magg. 14,8 – Opp. 20,5 – Tg3: tempo totale Gov. 45,4 – Magg. 11,8 – Opp. 42,8; Tempo presenza Gov. 32,2 – Magg. 17,4 – Opp. 50,4 – Prime Time: Tutte le testate tempo totale: Gov. 47,7 – Magg. 13,2 – Opp. 39,1; Tempo presenza Gov. 41,6 – Magg. 16,5 – Opp. 41,9. – Tg1: Tempo totale Gov. 46,7 – Magg. 14,0 – Opp. 39,3; Tempo presenza Gov. 40,9 – Magg. 16,7 – Opp. 42,4 – Tg2: Tempo totale Gov. 58,8 – Magg. 12,3 – Opp. 28,9; Tempo presenza Gov. 59,0 – Magg. 15,2 – Opp. 25,8 – Tg3: Tempo totale Gov. 39,9 – Magg. 12,9 – Opp. 47,2; Tempo presenza Gov. 29,8 – Mag. 17,1 – Opp. 53,1. (ANSA).

RAI: PETRUCCIOLI,DATI EQUILIBRATI MA NON QUELLI DI TG2 E TG3(2)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Il presidente, che chiede “una tempestiva correzione”, dice di “considerare solo i dati dei telegiornali perché intorno a questi sono corsi negli ultimi giorni numeri non sempre esatti e spesso confusi”. Esamina solo i tg perché “approcci che mettono insieme le trasmissioni della Rai e quelle di Mediaset – a suo avviso – sono privi di ogni serietà”. Petruccioli spiega nelle sue comunicazioni al Cda che nei due periodi “i dati restano costanti secondo le diverse testate e le diverse edizioni. Segno che gli orientamenti delle direzioni e delle redazioni sono non occasionali ma frutto di scelte consapevoli”. Nel dettaglio “la media/Rai vede governo e maggioranza oscillare fra un massimo di 66,9 (tempo totale di tutte le edizioni) e un minimo di 58,1 (‘tempo presenzà nelle edizioni del prime time). In modo complementare, l’opposizione oscilla fra un minimo di 33,1 (tempo totale di tutte le edizioni) e un massimo del 41,9 (‘tempo presenzà nelle edizioni del prime time”. Rileva che “il tempo di governo+maggioranza tocca il massimo sul complesso delle edizioni e scende al minimo in quelle del prime time; è massimo nel tempo totale e minimo nel tempo presenza. Il contrario avviene per la opposizione”. Sottolinea in sostanza che “anche a voler assumere lo schema dei tre terzi (e voi sapete che io non l’ho mai considerato un criterio valido e fondato) i limiti verrebbero, nella programmazione complessiva della informazione Rai, rispettati”. Al contrario, sostiene Petruccioli “molto forti sono, però, gli squilibri fra le testate. Mentre il Tg1 si mantiene accostato alla media generale, il Tg2 e il Tg3 se ne allontanano in modo vistoso. Il primo a vantaggio del governo; il secondo a vantaggio dell’opposizione. Il Tg2 tiene il tempo dedicato alla opposizione sempre sotto il 30% e talvolta (‘tempo presenzà nel prime time dall’1 settembre al 17 ottobre) lo abbassa fino al 20%. Il Tg3 divide il tempo quasi sempre in parti eguali fra opposizione da una parte e governo+maggioranza dall’altra; nello stesso periodo 1 settembre-17 ottobre, nel prime time fa registrare però un 53% per l’opposizione contro un 47% per gli altri. In una certa misura – l’ho detto altre volte – le differenziazioni fra le testate oltre a corrispondere alla loro autonomia e al criterio del pluralismo, sono anche editorialmente opportune e utili. In questo caso, però, si raggiungono livelli che superano largamente la fisiologia e che richiedono una tempestiva correzione”. Tanto più se paragonati agli stessi periodi del 2006 “confrontabili perché anche in quel caso eravamo all’inizio di una legislatura”. Il tempo del governo oscillava fra il 43% e il 53%. Anche allora la quota più alta è stata raggiunta nel tempo totale di tutte le edizioni, si riduceva nel tempo totale delle edizioni prime time, e tocca il livello più basso (mai, però, sotto il 40%) nel ‘tempo presenza’ di queste stesse edizioni”. Inoltre il tempo governo+maggioranza supera in alcuni casi il 70% e non scende comunque mai sotto il 60% e il tempo della opposizione anche due anni fa presentava lo stesso andamento con oscillazioni in alto e in basso. Più contenute, tuttavia di quelle odierne: non si scendeva mai sotto il 25% e non si andava mai sopra il 40%. Spiega il presidente che “anche due anni fa il Tg2 e il Tg3 si scostavano in modo sensibile rispetto alla media/Rai; ma meno di quanto registriamo oggi”. Comunque a suo avviso “sono unilateralità gravi che devono essere eliminate”.(ANSA).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...