kosovo, kossovo, kossòva

OTAN

Bari, 28 mar. (Adnkronos) 18.02- Il premier della Repubblica del Montenegro, Milo Djukanovic viene interrogato in queste ore nella sede della Procura a Bari dai sostituti della Direzione Distrettuale Antimafia, Giuseppe Scelsi e Eugenia Pontassuglia, nell’ambito dell’inchiesta che lo vede indagato per associazione mafiosa finalizzata al contrabbando internazionale di sigarette.

Non c’è solo il fallimento della Nato, lo psicodramma balcanico che assurge a paradigma e la legge di Ahtisaari, in questo numero di Limes in edicola, di cui basterebbe già citare il sottotitolo in copertina: “l’America saluta, la Russia incassa, e ora sono fatti nostri”.

C’è la mafia che ringrazia: “[…] Si tratta del <<sequestro mafioso delle strutture statali>>, tipico dei territori appena fuorisciti da una guerra civile. Fenomeno che esprime l’interesse da parte della <<consolidata élite del crimine organizzato alla legalizzazione dei propri affari.” – Limes pag. 13

Il virgolettato del testo proviene dal rapporto segreto commissionato all’Istituto per la politica europea di Berlino dalle Forze Armate tedesche. Più avanti, viene fatto l’esempio di Milo Djukanovic, in Montenegro, attuale Primo Ministro (carica ricoperta per la quinta volta) ed ex Presidente della Repubblica.

La proclamazione di indipendenza del Kossovo non è giunta inattesa. Che uno Stato grande quanto l’Abruzzo chieda al resto del mondo di riconoscere la propria identità è operazione di difficile spiegazione sia etnica che culturale. E’ puerile credere che rappresenti una strana eccezione.

Non solo i Balcani sono affari nostri. Ma cominciamo ad avere una certa familiarità con il paradigma della balcanizzazione. In difesa di una stabilità diffusa si interviene per uscirne dolorosamente con una rivendicazione infinita di interessi particolari, dove l’unica cosa che, con il rossore sulle guance, dovrebbe tenere il quadro d’insieme è una corsa verso la modernizzazione europea ed un posto di pregio a Bruxelles.

Ma non credo proprio che assecondare le divisioni etniche porti al cuore dell’Europa. Sulla balcanizzazione dei balcani l’Europa rischia piuttosto l’infarto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...